Riunione di maggioranza - 18 luglio 2011

All'Ordine del giorno:
1- Contro le disparità fiscali tra Italia, Austria e Slovenia. Viaggio diplomatico a Bruxelles.
2- Delega alla pianificazione paesaggistica. Incontro con il Soprintendente.
3- Chiusura della discarica di Pecol dei Lupi a Cormons. Punto della situazione.
4- Campo scuola di educazione stradale. Incontro e accordo con le autoscuole
5- Ricapitalizzazione della SIS - Società Isontina Sviluppo
6- Coordinamento con Cividale per promozione archeologica integrata. Progetto Archeologia.
7- Variazione di bilancio
8- Atti di decisione per l'assegnazione di deleghe ai consiglieri.

 

PRESENTI:

Presidente della Provincia: Enrico Gherghetta
Presidente del Consiglio provinciale: Gennaro Falanga

Assessori:
Mara Černic
Sara Vito
Federico Portelli
Donatella Gironcoli

Consiglieri:
Luca Bigot
Enrico Bullian
Savio Cumin
Fabio Del Bello
Patrizia Mauri
Andrea Ferletic
Elisabetta Medeot
Mario Lavrenčič
Mauro Mazzoni
Aljoša Sosol
Vesna Tomsic
Alessandro Zanella

ASSENTI:
Bianca della Pietra
Sandro Soranzio



1- Contro le disparità fiscali tra Italia, Austria e Slovenia. Viaggio diplomatico a Bruxelles.

E' tra gli impegni presi per i primi 100 giorni di mandato: sensibilizzare l’Unione Europea affinché venga ridotto il divario fiscale tra le società di capitale italiane e slovene. Un gap dell’11,4% e una differenza del costo orario del lavoro di 8 euro. A sfavore delle imprese italiane. Una situazione che si ripresenta anche con l’Austria, paese dove la pressione fiscale per le società di capitali è inferiore alla nostra del 6,4%.
Ma soprattutto una condizione di svantaggio che, vista l’immediata vicinanza con la Slovenia ma anche con l’Austria, ricade soprattutto sulle aziende del nostro territorio provinciale e regionale, costrette a stare sul mercato in una posizione di forte inferiorità competitiva, con pesanti ricadute sul nostro sistema economico e occupazionale.
Nei giorni scorsi il presidente della Provincia di Gorizia, Enrico Gherghetta e l'assessore agli Affari internazionali Sara Vito sono partiti alla volta della sede UE di Bruxelles. Con loro l’euro-parlamentare Pd Debora Serracchiani. Sono stati ricevuti dal capo unità della Divisione generale fiscalità dell’Ue, Donato Raponi, e dall’esperto della Divisione tasse, Marco Fantini.
Ai due funzionari europei è stata consegnata una dettagliata relazione comparativa sul trattamento fiscale e il costo del lavoro tra Italia, Slovenia e Austria, un documento - redatto gratuitamente dai commercialisti Vittorio Pella e Piergiorgio Strizzolo - che nei prossimi giorni verrà tradotto e inoltrato, a firma di Gherghetta e Serracchiani, anche ai Commissari europei delle Divisioni fiscalità e competitività.
Primo obiettivo è quello di ottenere dall'UE un documento che attesti ufficialmente la disparità. Una volta ottenuto lo si potrà far valere nei confronti dello Stato italiano o della Regione FVG.


2- Delega alla pianificazione paesaggistica. Incontro con il Soprintendente.

A seguito del Premio per il Paesaggio ricevuto dalla Provincia con il progetto Carso 2014+, il Presidente Gherghetta ha incontrato Giangiacomo Martines, soprintendente ai Beni culturali e paesaggistici del Friuli Venezia Giulia. Assieme hanno convenuto sul buon lavoro fatto dalla Provincia in ambito di pianficazione territoriale e paesaggistica. Il Soprintendete si è impegnato a aiutare l'Amministrazione provinciale ad operare sul Piano paesaggistico provinciale. Una vision, uno sguardo d'insieme che va dal Parco Commerciale di Villesse, al Superporto, attraverso Carso 2014+, fino alla pianificazione del paesaggio isontino. Un percorso di studio approfondito, già iniziato e che, con questa delega, completerà la creazione di un Masterplan del futuro assetto locale.

3- Chiusura della discarica di Pecol dei Lupi a Cormons. Punto della situazione.
Aggiornamento della situazione della Discarica di Pecol dei lupi. Ad ora alla Provincia non è arrivata alcuna richiesta di riapertura della discarica. Subito dopo l'ufficializzazione della presenza di ulteriori 36.000 tonnellate di possibile conferimento, i tecnici si sono attivati per un'analisi scientifica del sito per giungere ad una stima corretta della capacità residua. In questi anni IRIS ha dimostrato la sua inaffidabilità e, di conseguenza, i dati comunicati devono essere controllati. Secondo queste stime infatti l'indice di compattazione sarebbe di 1,20 tonnellate per metrocubo. Un valore che non esiste nella letteratura scientifica in materia.
Se sono state violate delle regole o se sono state fatte stime errate o grossolane, si agirà nei confronti delle autorità competenti.
Nei prossimi giorni la Provincia incontrerà un Comitato ristretto dei Comuni per valutare con loro il da farsi e se ci sia la volontà di pianificare un percorso nella direzione della creazione di un modello di gestione industriale dei rifiuti in stile Vedelago (TV). La Provincia vuole andare in questa direzione ed è pronta ad avviare immediatamente l'iter di autorizzazione dell'impianto.
Parallelamente si deve operare per giungere alla tariffa unica provinciale dei rifiuti.

4- Campo scuola di educazione stradale. Incontro e accordo con le autoscuole

Dopo le polemiche sui giornali e l'interrogazione del Consigliere di opposizione Franco Zotti, l'assessore Donatella Gironcoli ha incontrato le autoscuole della provincia. Con loro si è giunti a un accordo secondo il quale queste potranno liberamente usufruire del Campo Scuola (senza lucrare nei confronti dei partecipanti) in cambio della realizzazione gratuita di progetti di educazione stradale per le scuole.

5- Ricapitalizzazione della SIS - Società Isontina Sviluppo

La maggioranza è d'accordo sulla ricapitalizzazione della SIS - Società isontina sviluppo. La Società Isontina Sviluppo svolge un importante ruolo di coordinamento e raccolta fondi statali per la realizzazione di opere strutturali nell'isontino. Ricevendo solo capitali vincolati alla realizzazione di progetti specifici, i suoi bilanci sono in deficit e necessitano di ricapitalizzazione da parte dei soci. Per il 2011 è prevista una spesa di 38.000 euro totali (di cui 2.500 euro spetterebbero alla Provincia).

6- Coordinamento con Cividale per promozione archeologica integrata. Progetto Archeologia.

Da poco tempo Cividale è stata riconosciuta come patrimonio dell'UNESCO per la valenza storica dei suoi resti archeologici longobardi. La Provincia, attraverso una decisione del Consiglio, vuole favorire il coordinamento promozione tra la stessa Cividale (che già collabora con Aquileia) e i Comuni di Villesse, Ronchi dei Legionari, Farra e Romans d'Isonzo. Questi ultimi possono anch'essi vantare la presenza di resti longobardi, oltre di archeologia romana minore. Un vero e proprio progetto Archeologia, da condividere con i Comuni, in cui Provincia, Soprintendenza e Cividale possano collaborare per la promozione turistica delle loro risorse storiche.

7- Variazione di bilancio

Il prossimo Consiglio provinciale è chiamato ad approvare una variazione di bilancio di circa 922.000 euro. Molti dei fondi sono già vincolati. In particolare queste entrate saranno destinate a finanziare le politiche attive del lavoro, le cooperative sociali, i progetti relativi all'emigrazione, la realizzazione di progetti di mobilità (finanziati dall'UE), l'edilizia scolastica e l'istruzione, la realizzazione di esposizioni museali e l'urbanistica e la programmazione territoriale.

8- Atti di decisione per l'assegnazione di deleghe ai consiglieri.
Secondo quando sancito dall'art. 17 dello Statuto provinciale il Presidente ha la facoltà di delegare alcune competenze specifiche ai consiglieri. Da qui gli atti di decisione formalizzati a:

- Mauro Mazzoni, per seguire l'iter di pianificazione e realizzazione delle piste ciclabili, per favore l'uso della bicicletta come mezzo sostenibile, sia per uso turistico sia di locomozione privata;

- Sandro Soranzio, per seguire l'iter di realizzazione del polo intermodale di Ronchi dei Legionari, la sistemazione del nodo ferroviario e l'eliminazione dei passaggi a livello;

- Alessandro Zanella e Simonetta Vecchi, per seguire l'iter del Parco Commerciale di Villesse. Una decisione bipartisan che valorizza le competenze dei due Sindaci uscenti dei Comuni coinvolti.

 

LEAVE A REPLY

Security code
Refresh

Il Coraggio della Democrazia

Il Mondo Nuovo

Seguimi su

facebook twitter youtube mail

Aderisci al Comitato

Iscriviti qui a "Il Mondo Nuovo"





Presentazione Comitato

Hanno aderito al Comitato

366 persone

"ilMondoNuovo" di Tiepolo

Seguimi su Facebook

NOTA! Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare nel sito si accetta l'utilizzo dei cookies. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information