Piu' fiducia nell’Isontino

fiducia

Grandi occasioni e grandi sfide ci attendono, affrontiamole con fiducia.

L’isontino non è certo il miglior mondo possibile, e sarebbe sciocco nascondere i problemi che ci sono, ma dobbiamo anche essere realisti, la Provincia di Gorizia è tutto sommato una bella realtà di cui andare orgogliosi, non a caso siamo al settimo posto in Italia per qualità della vita, e scusate se è poco.

Ecco perchè non condivido questa retorica di altri tempi sulla Provincia debole, divisa e assistita, ha stancato anche i sassi e veramente non se ne può più. Non capisco il senso di riprodurre, come 20 anni fa, l’ennesima rivendicazione territoriale, di cui si è ormai persa traccia contro chi o contro che cosa.

Tutto ciò è immaturo e inconcludente ed è come darsi la zappa sui piedi, perché non si vede quanto di buono è stato fatto e si sta facendo.

·    Sulla viabilità e sulla edilizia scolastica siamo un enorme cantiere aperto.
·    Nel lavoro abbiamo tra i più bassi tassi di disoccupazione in Italia.
·    Esiste una forte unità di intenti tra istituzioni e categorie nel patto per lo sviluppo, sul superporto, sulla crescita industriale, sulla università e sullo sviluppo dei centri commerciali ad incominciare da Villesse.
·    Nel turismo siamo in presenza di molti progetti ambiziosi come Carso 2014+, senza dimenticare il lavoro fatto sul Collio e gli investimenti pubblici e privati a Grado e nella nautica.
·    Nella green economy, energia, rifiuti, acqua, aree protette, siamo in presenza di una vera e propria economia che cresce di continuo.
·    Nel credito come non vedere il ruolo del Fondo Gorizia e del suo (consistente) fondo di rotazione a favore delle imprese?
·    Come non vedere tanti giovani che si mettono in proprio, hanno coraggio, si fidano?
·    Come non riconoscere la grande rete di volontariato e solidarietà che la comunità isontina, unita, riesce ad esprimere ad ogni livello?
·    E l’elenco potrebbe continuare…

Come detto, una bella comunità, aperta e tollerante, che come altri si misura con l’instabilità della crisi, con la precarietà del lavoro, con l’incertezza del futuro: questioni aperte in tutta la società moderna, che deve misurarsi con il passaggio epocale da una economia della crescita ad una economia della sostenibilità.

Grandi occasioni e grandi sfide ci attendono, affrontiamole con fiducia.

 

LEAVE A REPLY

Security code
Refresh

Il Coraggio della Democrazia

Il Mondo Nuovo

Seguimi su

facebook twitter youtube mail

Aderisci al Comitato

Iscriviti qui a "Il Mondo Nuovo"





Presentazione Comitato

Hanno aderito al Comitato

366 persone

"ilMondoNuovo" di Tiepolo

Seguimi su Facebook

NOTA! Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare nel sito si accetta l'utilizzo dei cookies. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information